Intervista ad Antonio Pizzuti Piccoli del Movimento 5 stelle di Ladispoli, pubblicata sulla rivista La Coccinella.

Allora Antonio, adesso il Movimento sarà presente in consiglio comunale dopo anni di attivismo, quali sono le tue prime considerazioni?

“Sì, è vero, abbiamo portato a compimento un progetto durato cinque anni, la precedente tornata elettorale ci ha visti fuori per pochi voti (- allora il candidato sindaco era Fabrizio Pederiva- ndr) ma adesso saremo rappresentati da tre portavoce. Infatti oltre me, in consiglio entreranno Ida Rossi e Francesco Forte, due persone che sapranno rappresentare benissimo quelle fasce deboli che noi vogliamo aiutare in modo prioritario: le famiglie in difficoltà e i bambini.”

Il Movimento 5 Stelle era dato per favorito alla vigilia delle elezioni, poi però non è riuscito ad arrivare al ballottaggio, cosa è andato storto?

“Non la ritengo una sconfitta rappresentare la lista più votata a Ladispoli, abbiamo superato il 21% dei consensi laddove il Partito Democratico si è fermato al 12%. La scelta del Movimento è quella di non fare apparentamenti e di non creare liste civiche utili solo a portare voti. Questa scelta ci ha penalizzati ma la riteniamo coerente con i nostri principi di chiarezza e rispetto per l’elettore che ci vota.”

Negli ambienti della sinistra ladispolana vi si accusa di aver fatto vincere la destra di Alessandro Grando, è vero?

“Noi abbiamo sempre ribadito la libertà di voto al ballottaggio. L’elettore pentastellato però non è né stupido e né masochista, questa campagna elettorale è stata condotta dal PD solo attaccando il movimento e la mia persona. Personaggi vicini a quel partito, a pochi giorni dalle elezioni, hanno presentato un esposto contro di me per presunti abusi edilizi, mi sono ritrovato sopra la mia abitazione un drone che spiava nella speranza di poter trovare chissà cosa contro di me. Addirittura hanno parlato più dei presunti errori del sindaco di Roma che non di quello che hanno fatto, o meglio NON fatto, a Ladispoli e i cittadini hanno tratto le loro conclusioni.”

Quale sarà l’atteggiamento del M5S verso il nuovo sindaco?

“Innanzitutto, dopo gli auguri di buon lavoro e i complimenti per il risultato raggiunto, preciso che i rappresentanti del Movimento 5 Stelle terranno un atteggiamento improntato all’opposizione finalizzata al bene della città. Il nostro compito primario sarà quello di controllare sia la legalità degli atti di governo e sia che si attuino scelte politiche coerenti con quanto dichiarato in campagna elettorale. A tal proposito ricordiamo che Grando ha più volte appoggiato le nostre storiche battaglie quali quella contro le speculazioni edilizie, contro i varchi su viale Italia e contro le strutture abusive situate lungo le nostre coste. Vigileremo ed informeremo sempre i nostri concittadini su quanto accade.”

Grazie e buon lavoro

“Grazie a voi e a tutti i gentili lettori”