Dopo aver reclamato il merito per la posa “dell’ultima pietra”, di progetti avviati in epoca “paliottiana”, l’attuale amministrazione sembra andare avanti per iniziative personali e talvolta poco comprensibili. Ultima quella dell’assessore Cordeschi sui locali mensa della scuola Corrado Melone. L’assessore affermando che l’ASL aveva più volte intimato di traslocare in altri spazi il refettorio scolastico, in quanto incompatibile con l’occasionale utilizzo culturale della Sala Polifunzionale, quest’estate aveva provveduto a riadattare degli spazi all’interno dell’Istituto, ad esclusivo uso mensa. Il risultato all’inaugurazione dell’anno scolastico è imbarazzante. Le dimensioni dei nuovi spazi riservati alla mensa scolastica sono insufficienti e la sistemazione, per quanto l’assessore affermi che siano state rispettate le prescrizioni di legge, appare inadeguata.

Dispiace notare come questo dia l’impressione di essere un ulteriore capitolo dell’incomprensibile conflitto tra l’attuale amministrazione ed il dirigente dell’IC Corrado Melone. Già quest’estate l’assessore aveva avuto modo di polemizzare sul numero di iscritti alla scuola, quindi è arrivato il consigliere Cavaliere a sfidare i dirigenti scolastici a dimostrare l’agibilità degli edifici, adesso la cacciata dalla sala polifunzionale per quello che sembra un dispetto che ha come vittime gli alunni della scuola.

Già è difficile immaginare perché un capogruppo di maggioranza voglia insinuare nella popolazione il sospetto che gli edifici scolastici, la cui manutenzione è di competenza del Comune che ha l’onore di amministrare, non siano a norma se non addirittura insicuri, sospetto che il silenzio del Sindaco, purtroppo, può solo avvalorare. Ma è ancora più difficile indovinare quale “radioso futuro” l’assessore Cordeschi abbia pensato per lo spazio del Centro Polifunzionale finalmente libero dalla mensa scolastica. Non vorremmo che fosse lanciato nell’orbita eternamente sospesa del “vorrei ma non posso” in buona compagnia della promessa fatta di realizzare una Scuola delle Arti e Mestieri e del recupero dell’Auditorium Massimo Freccia.

Come MoVimento 5 Stelle in occasione del prossimo Consiglio Comunale in programma per il 26 Settembre chiederemo, tramite formale interrogazione, all’assessore di motivare le proprie decisioni, informare i cittadini di quanto sia stato speso dal Comune per i lavori di messa a norma dei nuovi locali e di quali siano i programmi di utilizzo del Centro Polifunzionale dopo averlo “sanificato” dagli utenti e lo scopo per cui era stato realizzato. Chiederemo al Sindaco se le allusioni del consigliere Cavaliere rispondano al vero o se, in caso contrario, abbia provveduto a dare mandato all’avvocatura comunale di valutare una denuncia nei confronti del suddetto consigliere per procurato allarme verso i cittadini.

Alunni e genitori sono cordialmente invitati a partecipare allo spettacolo.