Sono bastati pochi giorni di pioggia e i problemi legati alle numerose buche, dovuti sicuramente agli anni di incuria, sono riapparsi in tutta la loro drammatica realtà, coinvolgendo automobilisti, ciclisti e anche pedoni.

Esattamente un anno fa, a settembre 2017, moltissime vie di Ladispoli, sia centrali che periferiche, erano come un colabrodo, tantissime buche e voragini che costringevano i cittadini ad un vero percorso ad ostacoli, per non parlare dei danni subiti dalle automobili (gomme ed ammortizzatori). In quell’occasione il Comune tamponò (è proprio il caso di dirlo) la situazione mettendoci una “toppa”. Naturalmente questo intervento è stato “straordinario” e non ha certo risolto il problema, basti pensare che solo pochi mesi dopo quest’operazione, in seguito ad altra pioggia, era nuovamente necessario intervenire. Numerose furono le proteste dei cittadini, noi stessi del M5S di Ladispoli, abbiamo richiesto un intervento radicale e risolutivo, ma proprio in quell’occasione il Sindaco ha rassicurato la cittadinanza affermando che Una realtà di fatto è sotto gli occhi di tutti, non sono più rimandabili interventi importanti per migliorare la viabilità ed evitare che i cittadini siano costretti a percorrere non strade ma campi di battaglia. Abbiamo effettuato dei sopralluoghi in tutti i quartieri e individuato le strade che più necessitano di manutenzione. Successivamente ho chiesto all’Ufficio lavori pubblici di quantificare i lavori necessari per intervenire su una superficie di circa 10 km di strade”.

Eravamo a marzo 2017.

Oggi, settembre 2018, quelle stesse strade sono in condizioni sempre peggiori e degli interventi promessi non vi è traccia. La famosa ripavimentazione di 10 km di strada, da realizzare con parte dei soldi del mutuo chiesto a suo tempo da Paliotta (parliamo di 1 milione di euro), sembra non aver ancora trovato una sua tempistica di realizzazione e intanto l’estate è finita ed i temporali autunnali incombono. Come se non bastasse, la riapertura delle scuole ha costretto, per ovvi motivi di sicurezza, a “rinfrescare” alcuni degli attraversamenti pedonali che adesso, se le strade verranno riasfaltate, dovranno essere nuovamente rifatti, facendo così raddoppiare i costi.

Chiediamo all’amministrazione di informare la cittadinanza su questo sentito tema e di dare delle risposte concrete, perché siamo stanchi di promesse e belle intenzioni.